Per favore, ruota il dispositivo

Cosa fanno bene le migliori agenzie di branding

Studiando le migliori agenzie di branding al mondo, vedrai che il loro lavoro è incredibile, ma spesso in modi molto diversi. Eppure, ci sono alcuni tratti comuni che definiscono una grande agenzia di branding.

Il branding è una cosa seria. Le migliori agenzie di branding al mondo – incluse vere e proprie istituzioni come Pentagram, Wolff Olins o Landor – sanno che gran parte del lavoro avviene sotto la superficie. Quando cerchi dei segnali di eccellenza nel branding, non tutto è visibile nel portfolio.

best branding agencies work for premium brands

Photo by Bench Accounting on Unsplash

Le migliori agenzie di branding sanno che ogni lavoro è diverso

Un’agenzia di branding può avere il suo stile, ma fai attenzione alle agenzie che approcciano qualunque lavoro allo stesso modo. Questo non vuol dire necessariamente che il risultato sarà di bassa qualità, ma piuttosto che l’agenzia non si sta interessando un granché ai bisogni e alle audience reali del brand.

Le aziende sono totalmente diverse tra di loro anche all’interno di una stessa categoria, se sai a cosa fare attenzione. Le migliori agenzie di branding offrono ai loro clienti un approccio altamente personalizzato. Questo non riguarda solo la typography o la palette: persino il flusso di lavoro potrebbe variare in base all’azienda con cui l’agenzia ha a che fare. I template sono nemici dell’eccellenza.

Vuoi il nostro punto di vista sugli ultimi trend?

Iscriviti a SUMO, la nostra newsletter mensile (testi e link in inglese).

This is what it looks like.

Le migliori agenzie di branding fanno ricerca

Quello che generalmente salta all’occhio se guardi i portfolio delle migliori agenzie di branding è quanto il loro lavoro sia ragionato. Questo significa fare ricerca sull’azienda, sul suo mondo, i suoi clienti, la cultura in cui è immersa.

Una buona agenzia di branding non inizierà subito a disegnare, ma metterà molto impegno nella fase di studio, così da dare sostanza al brand. Questo può richiedere del tempo, per questo un’agenzia di branding seria avrà probabilmente bisogno di tempi più lunghi per approcciare un nuovo brand, ma dal momento che il processo di branding non si affronta ogni tre mesi, di solito vale la pena aspettare un po’.

Si potrebbe dire che la curiosità sia la virtù d’oro del branding: se l’agenzia è sinceramente interessata al cliente, lo saranno anche tutti gli altri.

Le migliori agenzie di branding non si interessano ai trend

I trend di design sono ovunque, e puoi trovare molti articoli che elencano i trend che domineranno il logo design in un certo anno.

Le migliori agenzie di branding non sono cieche a questi trend – dopotutto un’identity dovrebbe avere un feeling contemporaneo – ma non ne sono neppure guidate.

Le migliori agenzie di branding non sono cieche ai trend, semplicemente non ne dipendono.

I migliori brand sono solitamente senza tempo, perché sono disegnati attorno alle esigenze di business e non per ricevere l’applauso della comunità dei designer.

Questo vuol dire che un’agenzia di branding interessante trae ispirazione non solo da altri progetti di design, ma dall’intera gamma di stimoli che il mondo può offrire.

Pensa a come il design vernacolare ha influenzato tanti importanti progetti di branding (per esempio, la campagna di Barack Obama del 2008).

Barack Obama vernacular design branding campaign

Vernacular design per la campagna di Barack Obama del 2008

Le migliori agenzie di branding dicono la verità

I grandi progetti di branding nascono sempre da un dialogo genuino tra agenzia e cliente.

Le migliori agenzie di branding sanno che essere schietti sui temi più importanti può apparentemente rallentare il processo, ma porterà grandi benefici più avanti. Un business plan non focalizzato, una scarsa conoscenza dei competitor, reference inadatte: tutto questo nel lungo periodo può danneggiare un brand, quindi non c’è spazio per la piaggeria. Anche se non tutti i clienti amano affrontare i temi più spinosi, di solito fa parte delle competenze di una buona agenzia di branding la capacità di guidarli rispettosamente attraverso le difficoltà e verso una soluzione.

In questo senso, i progetti di branding sono simili a quelli architettonici: gettare le fondamenta è una delle parti più sporche e complesse, ma anche quella più vitale.

Le migliori agenzie di branding pensano al futuro

È facile farsi risucchiare dalle esigenze del momento, soprattutto per un business che sta per lanciare il proprio brand. Un’agenzia responsabile, però, sa che il branding è una maratona, non uno scatto.

Guarderà ad ogni dettaglio del progetto di branding attraverso le lenti del tempo e del cambiamento: come potrebbe evolvere il business? Come potrebbe il contesto – il mercato, la cultura, l’audience – cambiare? Arriveranno nuove linee di prodotto? Il piccolo negozio diventerà un franchising?

Un’agenzia non può predire tutto questo, ma può fare dei piani e costruire un brand resiliente. Questo vuol dire lasciare spazio per l’incertezza e per l’evoluzione, evitando di essere troppo inflessibile e disseminando il mondo del brand di opportunità di sviluppo futuro.

La migliore agenzia di branding ti capisce

Anche se tutte queste qualità sono essenziali in una grande agenzia di branding, riconoscerai quella giusta per la tua azienda sin dai primi incontri. La cura, la curiosità, l’onestà, la passione, l’originalità: sono tutte già lì.

Devi solo saperle riconoscere.

Andrea Sublimio Strategist
L’AUTORE:

Andrea Ciulu
Copywriter & Strategist

Pensatore creativo e analitico, con solide radici nell’advertising, elabora concept, strategie di branding e comunicazione che fanno la differenza.

VEDI ALTRI ARTICOLI

Hai letto cosa pensiamo.

Ora scopri cosa sappiamo fare.